Barolo DOCG

Serra dei Turchi

2020

serra dei turchi

Descrizione annata

Il vigneto è costituito da due diverse parcelle, contigue ma con anime ben distinte grazie alla diversa giacitura del terreno. La parcella ad ovest è una piccola schiena con terreno poco profondo, molto calda e ben esposta alla ventilazione di marino. La parcella ad est è una leggera conca abbastanza protetta e fresca, con terreno più fertile e profondo. Il vigneto va particolarmente attenzionato nella parte ovest, quella più calda, poiché è abbastanza soggetto alle nuove problematiche legate al riscaldamento climatico. In questa parcella, negli ultimi anni, sono diventate fondamentali le pratiche del cover crop e della minima gestione delle operazioni in verde per mantenere l’equilibrio che la contraddistingue.

Serra Dei Turchi è un vigneto con un germogliamento generalmente abbastanza precoce, uno di primi nostri cru ad iniziare la stagione vegetativa. Nel 2020 la parte ovest è stata molto precoce mentre la parte est un po’ meno. Il generoso strato di cover crop primaverile ha protetto molto bene le piante dagli attacchi primari di peronospora della vite garantendo una buona sanità della pianta ed ha aiutato a mantenere un buon livello idrico per tutta la stagione estiva.
Il 2020 ha regalato uve sane e con bucce spesse, con acini di piccola dimensione nella parte ovest e di grande freschezza ed eleganza nella parte est.


Uva: Nebbiolo
Vendemmia: 10 Ottobre 2020
Comune: La Morra
MeGa (Cru): Serra dei Turchi
Macerazione: 14 gg
FML: 100%
Affinamento: 2 piccole botti da 228 lt di 7°passaggio
Durata dell’invecchiamento: 32 mesi
Imbottigliamento: 9 Luglio 2021


Dati

Alcol:  14,5 %Acidità totale: 6,14 g/L – Estratto secco: 28,4 g/L


Note di cantina

Serra dei Turchi è particolarmente importante per l’azienda in quanto si tratta del primo appezzamento acquistato dal nostro fondatore Paolo Colla nel 1961, e segna il nostro ingresso a Barolo. La passione e l’amore per Barolo hanno dato a Paolo Colla il coraggio di trasferirsi qui dal suo comune natale Diano d’Alba, più famoso per il vino Dolcetto.

Selezioniamo i grappoli più piccoli dalle parti migliori del vigneto. Gli acini vengono accuratamente diraspati a mano per avere la massima delicatezza. La fermentazione avviene con lieviti indigeni, in un piccolo contenitore dedicato, e il vino viene invecchiato in botte da 228 litri di 7° passaggio. Nel 2020 abbiamo prodotto 154 Magnum numerati